Lavorare in Libia per seguire il sogno di diventare tatuatore

Oggi vi racconterò la storia di un ragazzo che all’età di vent’anni si rese conto di voler diventare un tatuatore e per raggiungere questo suo obbiettivo, decise per un periodo di rinunciare alla sua famiglia, ai suoi amici e di lavorare in una compagnia petrolifera in Libia.

Ca**o ragazzi, è proprio vero che i sogni smuovono il mondo!!

Per quale motivo hai deciso di lasciare l’Italia e andare verso una nuova nazione e soprattutto quanti anni avevi il giorno della tua partenza?

Io vengo da un paese del sud Italia che non mi ha mai permesso grandi opportunità lavorative, per questo me ne andai la prima volta a 21 anni e sono stato quasi un anno a Bristol in UK, la seconda volta invece fu l’esperienza più forte che io abbia mai fatto, a 23 anni sono partito per la Libia a lavorare in una compagnia petrolifera dove ho trascorso 6 mesi.

Perché avevi scelto proprio quella città e con l’Inglese come te la cavavi?

Per quanto riguarda Bristol l’ho scelta anche grazie alla mia ragazza che a differenza di me era già stata all’estero. Abbiamo scelto Bristol per la sua bellezza e perché non essendo una grande città come Londra, era più facile poterci girare ad ammirare i suoi innumerevoli murales. Io non parlavo assolutamente l’inglese se non qualche parola, per questo mi sono iscritto ad un corso, ero partito molto all’avventura infatti non avevo neanche troppi soldi. Mentre in Libia sono partito per poter avere denaro disponibile per coltivare il mio sogno di diventare tatuatore e per fare questo avevo bisogno di un piccolo capitale che mi desse la possibilità di poter stare a casa ed impegnarmi a fondo per fare i tatuaggi.

Avevi già un lavoro assicurato dall’Italia o l’hai trovato sul posto?

In Inghilterra il lavoro l’ho trovato sul posto e non è stato neanche facile all’inizio perché non parlavo bene l’inglese ed ho lavorato in una fabbrica. Invece in Libia sapevo già dall’Italia che lavoro sarei andato a svolgere.

Ti sei mai sentito solo o hai mai avuto paura durante le tue avventure?

In Libia ho passato giorni molto difficili, mi sono sentito parecchio solo e impaurito, per diversi motivi: vivevo in un campo completamente circondato da mura senza avere la possibilità di uscire, oltretutto durante la mia permanenza ci fu quasi una rivoluzione da parte di Haftar per entrare a Tripoli. Il periodo è stato difficile, eravamo tutti con uno zaino pronto per un eventuale evacuazione, la notte ogni tanto sentivamo bombardare e per non farci mancare nulla una notte un aereo abbattuto andò a sbattere contro un traliccio e questo tagliò completamente le linee telefoniche per 2 giorni. In quei momenti ho avuto un grosso crollo psicologico perché tutto questo non faceva stare tranquilli ne la mia famiglia ne la mia ragazza ed è per questo che decisi di mollare tutto e rientrare in Italia dove ora vivo e finalmente faccio ciò che amo fare TATUARE!

Come descriveresti il tuo giorno perfetto?

Il mio giorno perfetto è fatto di tante piccole cose che amo, dallo svegliarmi accanto alla persona che amo ad avere i miei amici vicini e poter andare a lavoro apprezzando ogni singolo momento della mia professione. Ad oggi quasi ogni giorno è un giorno perfetto!

Ti è mai capitato d’incontrare una persona stravagante fuori da ogni schema sociale?

Mi è capitato di conoscere tante persone, ma nel mio cuore le persone migliori rimangono i miei vecchi colleghi Libici, perché vivendoli a 360° ho veramente capito come sono, persone umili e generose che si legano tanto a te se tu le rispetti e non le giudichi.

Il tuo cibo preferito quello che più a rapito il tuo cuore qual è?

Non saprei… mi piace quasi tutto, ma devo ammettere che impazzisco per la tipica colazione inglese ma vegetariana.

Se il corpo è un tempio, i tatuaggi sono le sue vetrate.

Vince Hemingson

Pensi di essere differente da quando sei partito la prima volta?

Sicuramente sono una persona diversa, ho avuto la possibilità di conoscere altre culture ed inoltre ogni persona ha contribuito a farmi crescere e a farmi aprire completamente senza nessun pregiudizio.

Consiglieresti ad altri ragazzi di fare un’esperienza all’estero fuori dalla loro comfort zone?

Consiglio a tutti di andare fuori per un periodo perché ogni situazione bella o brutta che sia ti cambia la vita e ti fa vedere il mondo con altri occhi. Viaggiare arricchisce l’anima

Cosa cambieresti del mondo che ti circonda?

Io ormai vivo e lavoro nel sud Italia, avendo la fortuna di fare il tatuatore ho la possibilità di vivere bene dove prima invece non riuscivo. Però cambierei molto del posto, in primis cambierei la mentalità di questo paese perché vorrei che tutti apprezzassero di più il paradiso dove viviamo e che rispettassero la nostra terra come merita.

Un’ultima domanda… cos’è per te la felicità?

La felicità è quello che sto vivendo, ho fatto tanti sacrifici e oggi finalmente faccio ciò che amo e sto con le persone che mi hanno sempre sostenuto, sono tornato a casa posso vedere i miei nonni e la mia famiglia che sono la cosa più bella in assoluto. Vivo con una ragazza che non mi fa mai annoiare e che mi fa sempre ridere…

La felicità è una piccola cosa ma che allo stesso tempo è una cosa enorme

Salvatore barillà

Viaggiare, lavorare ma soprattutto vivere all’estero aiuta ad allargare i nostri orizzonti, solo così potremmo migliorare noi stessi. Sicuramente il sacrifico è una parte importante di queste avventure, ma ne varrà sempre la pena perché la ricompensa sarà fantastica! Come per Salvatore che finalmente, ha realizzato il sogno di diventare un tatuatore nella sua terra natia.

Buona vita Salvatore!

Ecco il link Instagram per seguirlo e vedere i suoi bellissimi tatuaggi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: